Il Fiori Barp chiude l’anno in Alpago

Si chiude sul bel rettangolo verde del “Comunità montana” di Puos d’Alpago (fischio d’inizio alle 14.30 di domenica 16 dicembre) il girone d’andata del Fiori Barp nel campionato di Prima categoria 2018-2019. Al derby con il quotato undici della Conca i ragazzi blu arancio si presentano con un bottino decisamente positivo per una neopromossa: 22 punti, conquistati con 6 successi, 4 pareggi, 4 sconfitte, 13 gol segnati, 11 subiti (seconda miglior difesa del girone G). In agosto, probabilmente, nessuno avrebbe scommesso un centesimo sul rinnovatissimo undici di Fant e De Basttista, invece… Ad una giornata dal giro di boa di metà stagione, la compagine di Mas si presenta al confronto diretto con l’Alpago, formazione costruita con l’intento di essere protagonista di spicco del campionato, con tre punti in più in saccoccia (il rullino di marcia dei gialloverdi parla di 6 vittorie, 1 pareggio, 7 sconfitte, 17 gol fatti e 18 subiti). Piccolezze, d’accordo; come sempre il campionato si deciderà, nel bene e nel male, a primavera… intanto in casa blu arancio si tengono stretta la dote messa da parte fin qui e guardano avanti con serenità, consapevoli che tanto è stato fatto, ma che altrettanto bene bisognerà fare da qui a maggio. Ufficialmente i precedenti di campionato fra i due club sono “solo” 16 e solamente di 15 di essi si conosce il risultato (all’appello manca il risultato della gara di ritorno del campionato di Seconda categoria 1974-1975 Alpago-Fiori Barp). Il bilancio parla chiaro: 8 vittorie blu arancio (5 delle quali ottenute in Prima categoria), 3 successi gialloverdi (tutti in Seconda categoria), 4 divisioni della posta, 24 reti del Fiori Barp, 18 dell’Alpago. Il respo della storia al link:

 Il “Bonazzola” del 1963

Nell’anno del suo debutto ufficiale sulla scena calcistica provinciale, nell’ormai “celebre” Torneo Bonazzola che lo vide arrivare terzo dopo la finalina con il Domegge, il Fiori Barp incrociò ben tre formazioni alpagote: Fulgor Farra (2-2 in Alpago e 4-0 al “Giovanni XXIII”), Tambre (clamorosa vittoria esterna per 9-1 con sette reti di Franco Dal Cin, l’uomo che un paio di decenni dopo portò l’Udinese a Mas, per una indimenticabile amichevole nell’anno del ventennale, e l’asso brasiliano Zico all’Udinese; firme di Alessandro Bellencin e Ermes Oliva e punto della bandiera di Bortoluzzi. Risicata vittoria 2-1 con una doppietta di Ermes Oliva che replicò a Prian) e Dolada Pieve, probabilmente un’antenata dell’Alpago, che si impsoe 2-1 in casa (reti di Righes, De Moliner su rigore e De Spirito) e venne sconfitta con il medesimo risultato al ritorno (a segno Fagherazzi, Bellencin e Roberto Trevisson).

Seconda categoria 1973-1974. La prima volta

Le strade sportive di blu arancio e gialloverdi si incrociarono per la prima volta nel corso del campionato regionale di Seconda categoria (allora articolata su gironi da 15 squadre e quindi su 28 giornate di gioco) 1973-1974. La gara d’andata, valida per l’undicesimo turno, venne giocata a Mas e registrò l’affermazione dell’Alpago per 4-2. I goleador di quell’incontro furono: Todesco, L. Bortoluzzi, Bacchetti, Collazuol, Piazza, Cornaviera. La sfida di ritorno finì a reti bianche e al termine del campionato l’Alpago si classificò ottavo con 26 punti come il Francenigo, mentre il Fiori Barp chiuse tredicesimo, a quota 22, come la Follinese che prevalse sui blu arancio solo in virtù della differenza reti (33-38 contro 28-40).

Gialloverdi avanti negli anni ‘70

Nella Seconda categoria degli anni ’70 Alpago e Fiori Barp si affrontarono anche nelle stagioni 1974-1975 e 1975-1976. Del primo campionato conosciamo solamente il risultato della gara d’andata: Fiori Barp-Alpago 1-1, decisive l’autorete di Bordin e il gol di Corradi. La stagione successiva, nella settima giornata d’andata, al “Giovanni XXIII”, ci fu un vivace pareggio: 2-2 con firme di Cornaviera, rigore di Vedana, rigore di Cornaviera e definitivo pari di Roncan. La sfida di ritorno premiò gli alpagoti: all’iniziale vantaggio blu arancio siglato da Corradi su rigore, risposero Peterle su rigore, Collazuol e due volte Bortoluzzi. A fine stagione il Fiori Barp scivolò in Terza categoria con il Castion.

La “dolce” Prima del Fiori Barp

A livello di campionato regionale di Prima categoria i due club si sono già affrontati sei volte a partire dalla stagione 2001-2002 e fino alla stagione 2003-2004. Il bilancio di queste sfide è tutto colorato di blu arancio con 5 vittorie e un pareggio. Il 14 ottobre 2001, quarta giornata d’andata del girone H, i ragazzi di Eros Prest, un ex dell’Alpago, si imposero in trasferta 3-0 grazie alle reti di D’Olif, Bogo e Castellan. Quattro mesi più tardi, il 10 febbraio 2002, al “Cici Vigne” di Gron, i blu arancio vinsero 3-1. Due rigori di Dalla Rosa e le reti di D’Olif e Cibien fissarono il punteggio. La stagione seguente il Fiori Barp portò a casa un doppio successo per 2-0. Il 29 settembre 2002, in Alpago, risolsero D’Olif e Signoretto; il 26 gennaio 2003, nel ritorno, i marcvatori furono Signoretto e Polli. Il 14 dicembre 2003, in uno scontro testa-coda, i gialloverdi si fecero bloccare sull’uno a uno: autorete di De Fina e pareggio di Esposito. A tre giornate dall’epilogo del torneo, che lo avrebbe visto ritornare in Seconda categoria, il 25 aprile 2004, il Fiori Barp espugnò il campo della Conca grazie a Signoretto.

Due indimenticati “ex” dal gol facile

Valerio Pradel e Mohammed Tasiu Ibrahim “Momo”, rispettivamente allenatore e cannoniere dell’Alpago, sono stati per tanti anni giocatori importanti nelle file dell’undici di Mas. In quattro campionati di Seconda categoria, dal 2006-2007 al 2009-2010, Valerio Pradel collezionò in blu arancio 106 presenze e 29 reti. Momo è entrato nella storia del club di Mas mettendo assieme, in due stagioni e mezza, dal 2015-2016 al 2017-2018, 67 presenze e 61 reti.